E’ vero, sentiamo il soffio della morte solo quando questa è vicino a noi. Per questo che oggi sto così: semplicemente perchè quel figlio, quel padre, quell’amico che è rimasto dilaniato da schegge di chiodi sparate da un ordigno artigianale, per cui il riconoscimento va fatto tramite il calco dei denti, quello potevo essere io. Potevi essere tu, poteva essere chiunque.

Nonostante tutti quelli che parlano solo per consumare fiato, io mi sento europeo, mi sento occidentale, laico, libero, e pure italiano cazzo, senti che ti arrivo a dire !
Sono molto più belga di quanto io non sia israeliano o palestinese, più francese di quanto sia siriano. Sono quello che sono e non credo ci sia niente di male nell’esserne consapevole.

Perchè io amo quella libertà che gente migliore di me mi ha consegnato col proprio sangue, con la forza delle proprie idee e anche con la forza delle armi a volte. Sono grato di vivere in quella piccola fetta di mondo in cui posso scrivere, posso parlare, esprimere le mie idee per quanto bizzarre o assurde possano essere, posso dire di essere anarchico, ateo, antinazionalista e posso scrivere su facebook che il presidente del consiglio è un coglione, se proprio mi scappa perchè mi rode il culo. Posso ridere, posso scherzare, posso fare satira. Posso uscire per strada e vestirmi come mi pare, bere ed ubriacarmi e mangiare quello che mi pare. Posso bestemmiare, posso far valere i miei diritti di essere umano, posso dire che la mafia è una montagna di merda come Peppino Impastato, posso alzare il pugno al cielo sul podio olimpico come Tommie Smith e John Carlos, posso scendere in piazza e manifestare civilmente ogni mia stronzissima convinzione senza che qualcuno passi di lì e decida di impiccarmi per i coglioni in nome di qualche dio che neanche conosco.

E quando il medioevo minaccia tutte queste cose (medioevo che peraltro non temo perchè di qualcosa nella vita tanto si deve pure morire), mi fa decisamente incazzare.

 

 

Annunci