Non so se fa più ridere o più venire voglia di urlare, questa storia dell’inchiesta di Buzzfeed e del New York Times sulle “fake news” e sul loro legame con partiti di strilloni come la Lega ed il Movimento 5 Stelle.
Fa ridere perchè scopriamo l’acqua calda; fa incazzare perchè la cosa era evidente da anni a chiunque conservasse un briciolo di obiettività e di senso critico nella scatola cranica.

La classe politica italiana è solita seppellire ogni propria responsabilità dietro valanghe di frasi fatte e slogan che non convincono neanche un bambino di sei anni dotato di una intelligenza nella media. Questo vale in maniera particolare per una certa classe politica.

Chi ha il coraggio di assumersi la responsabilità delle balle sparate sulle “scie chimiche” o sul legame tra autismo e vaccini ? O magari Di Maio, recentemente in visita negli USA, ha per caso attaccato il governo americano per aver volontariamente fatto esplodere le torri gemelle causando la morte di tremila persone, come da sempre sostengono siti e movimenti vicini al blog di Grillo ?

Eppure queste panzane io le leggo da almeno cinque anni sul blog del capo del Movimento. Ora che l’argomento è venuto fuori con tutta la sua pericolosità (calo dei vaccini che ha portato ad un’epidemia di morbillo (!!!) ) perché i militanti del Movimento 5 Stelle non hanno il coraggio di ammettere le proprie responsabilità o, al limite, ammettere di aver sostenuto una balla colossale, peraltro sbugiardata e risbugiardata da tutti i lati da più di quindici anni ?
E sul caso Stamina ?
Sul referendum “trivelle” ?
E sul complotto “lunare” ?
E cosa dire di tutte le condivisioni di stronzate che su Facebook tanti lobotomizzati continuano a postare nonostante sia evidente che si tratti di porcherie confezionate ad arte per sprigionare nel paese un sentimento di rabbia e repressione che va a favore di tutte quelle forze politiche che continuano ad assillarci da anni con le loro classiche soluzioni semplici a problemi complessi ?

Ancora non lo hanno capito che “il corriere del mattino”, “il fatto quotidaino” (proprio “quotidaino”, non è un errore di battitura, è fatto perchè gli allocchi abbocchino), “news24 ore” e simili sono palesemente artefatti costruiti con uno scopo ben preciso ?
No. Non lo hanno capito. Non hanno capito neanche come funziona il meccanismo del web per il quale un banner paga tanto quanto numerosi sono i click che quella pagina web riceve. Non lo hanno capito ma, incredibilmente, i loro “paladini della giustizia” non ne fanno parola, non ce n’è uno dei militanti del Movimento 5 Stelle che abbia il coraggio di dire ai propri elettori: “votate noi, ma ignorate tutte le stronzate che leggete su questi siti”.

Perchè ad una persona mediamente intelligente appare subito evidente che tutte le corbellerie scritte sotto ad una foto della Boldrini o di Renzi sono bufalette di bassa lega o, in alcuni casi, pura ed evidente satira (stile “lercio”). Alle persone mediamente intelligenti, appunto.

A proposito di fake news, un sentito ringraziamento anche a “le iene” che pochi giorni fa hanno provato ad infangare con la medesima strategia disinformativa e populista una delle VERE ECCELLENZE dell’Italia: l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare ed i suoi laboratori avanzatissimi nel cuore del Gran Sasso, che se ci fosse una politica seria sarebbero sbandierati come orgoglio della scienza e dell’ingegneria italiana ma no, meglio sputarci sopra per alzare un altro po’ di casino…grazie ragazzi, preziosi come sempre !

Poi c’è la Russia, naturalmente. Almeno una decina di volte mi è capitato di discutere con gente che andava avanti a ripetere la filastrocca che Putin è un grande statista ed un politico da apprezzare. Perchè ? Chi lo diceva era una persona informata dei fatti ? Provava a verificare le affermazioni di tali siti ? Ma certo che no ! Leggeva tutta quella sfilza di minchiate che qualche furbetto stava immettendo sul web con la consapevolezza di trovare tonnellate di allocchi che avrebbero creduto, e condiviso, le sue stronzate populiste.

Tralascio volutamente Salvini non perchè sia meno colpevole (o mediocre), ma semplicemente perchè non costituisce un pericolo visto che al massimo lo voteranno quattro disperati ed ho fiducia di non dovermelo mai vedere come Presidente, ma per i grillini la questione è differente, ed è ora che le persone (quelle almeno mediamente intelligenti) si decidano a smascherare questa buffonata, pericolosissima per il nostro Paese. Sto esagerando ? Continuate a leggere.

Stadio della Roma. Io ho letto entrambe le delibere (Marino, Raggi) quindi so cosa sta succedendo in questi giorni. La sindaca Raggi ha per caso fatto chiarezza ? Ha sbandierato quella “onestà” che da sempre è l’unico concetto politico del partito di Casaleggio ? Ha parlato ai cittadini del fatto che adesso c’è il problema che per fare lo Stadio i cittadini devono accollarsi la spesa per il “ponte di Traiano” e tutte quelle infrastrutture pubbliche necessarie che grazie alla delibera Marino era a carico dei privati ? Ha spiegato ai suoi elettori che per un capriccio ridicolo (le torri sono brutte) la sua giunta ha dimezzato le opere pubbliche e adesso si ritrova a dover mettere le pezze su questo disastro ? Anzi, le pezze probabilmente ce le metteremo noi contribuenti.

Ve lo ha spiegato la vostra sindaca il perchè ha consegnato le license per le bancarelle di piazza Navona alla famiglia Tredicine ? Lo sapete no, chi sono i Tredicine ?
Ah no, non lo sapete: il fatto quotidaino (sempre lui) non lo dice.
Ha parlato della Fiera di Roma per caso ?
Ha ricordato quello che dicevano lei ed i suoi sodali di don Ciotti e dell’associazione Libera quando questi già erano impegnati a combattere la mafia di Ostia e lei ed i suoi amichetti sparavano balle su facebook per racimolare i voti dei più…diciamo distratti ?

Qualcuno tra i votanti del Movimento 5 Stelle ha presente come funziona e cosa fa, di mestiere, la Casaleggio Associati proprietaria del blog di Beppe Grillo che, per statuto del Movimento, è l’unico a rappresentarne la voce ? Non vi sfiora neanche nell’anticamera del cervello che una società INFORMATICA possa avere un certo conflitto di interessi con la politica, quando si ritrova padrona del sito ufficiale del partito politico più votato d’Italia ?
No ? Sul serio ???

No. La responsabilità è qualcosa che non esiste. Così come non esiste la verità, quando rimane solo una parola vuota per guadagnare posizioni di potere. La situazione è talmente evidente che a questo punto chi non vede è solo chi non vuole vedere.  In questo momento storico serve che la società civile faccia un passo avanti, o saremo cancellati dalla Storia.

p.s.: è passata inosservata la dichiarazione (ipse dixit) di Di Battista che nel suo libro ammette che la decisione di ritirare la candidatura di Roma alle Olimpiadi la ha presa lui con il suo meccanico di fiducia ed altri due o tre amici ???

Annunci