Ricerca

BrigataBorghetti's Blog

Conoscenza è Potere

Tag

bufale

Rigurgiti sempre più forti di medioevo

Vi rimando alla lettura di un articolo che ho appena letto su Wired, che si pone le stesse domande ed evidenzia le stesse assurdità a cui pensavo ieri guardando un programma che parlava di spazio ma, invece di inoltrarsi nelle meraviglie e nei misteri (veri) dell’immenso cosmo che circonda ogni cosa, si concentrava su lucine e suoni che qualche personaggio dalla dubbia conoscenza scientifica attribuiva (ci mancherebbe) a ufo ed alieni.
Il ritornello è il solito: ho visto una cosa, non ho la minima idea di cosa sia: è un alieno.

A questo link l’articolo a firma Gianluca Dotti, che critica le assurdità di un analogo programma Rai.
Buona lettura, cari marziani.

bisogna difendere la scienza dalla malapolitica, ahinoi.

il Movimento 5 Stelle, nella sua quotidiana lotta per far ritornare l’Italia all’età della pietra, dopo essersi opposto a:

la TAV Torino – Lione;
il Mose di Venezia;
il ponte sullo stretto di Messina;
l’autostrada Orte – Civitavecchia;
la bretella Campogalliano – Sassuolo;
la tratta ferroviaria ad alta velocità Milano – Trieste;
quella Verona – Venezia;
il valico ferroviario dei Giovi;
il porto offshore di Venezia;
la tangenziale di Lucca;
le Olimpiadi a Roma;
lo Stadio della Roma
(e chi più ne ha più ne metta)

ha pensato bene, andando appresso all’ennesimo dis-servizio televisivo de “le Iene”, di presentare una risoluzione per bloccare in maniera definitiva l’esperimento SOX dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare all’interno dei laboratori del Gran Sasso.
Così come avevano fatto con il caso Stamina, il Movimento di proprietà di Casaleggio Associati e governato dal sovrano autoproclamato ed autoeletto Beppe Grillo batte in maniera totalmente irresponsabile il tasto dell’indignazione da quattro soldi, tipica di questa fase critica del nostro Paese, senza porsi minimamente il problema delle conseguenze. E proprio come per il caso Stamina, quando la bufala sarà ufficialmente sbugiardata, faranno finta di niente e passeranno alla stronzata successiva.
A meno che invece riusciranno nel loro fine: riportare l’Italia al medioevo.

Da appassionato di scienza e di fisica, ma soprattutto da cittadino, SUPPLICO chiunque abbia a cuore il futuro di questo paese di informarsi, ascoltare le persone competenti in materia, andare a fondo alle questioni e rendersi conto che non si può parlare di fisica nucleare come si parla di calcio.

Nel calcio puoi dire: “secondo me Tizio è forte” e uno puoi risponderti “secondo me Tizio è una pippa”. Va tutto bene: è solo sport.
Nella scienza questo non funziona. Uno più uno fa due, anche se sbatti i piedi e ti metti a fare i capricci. La velocità della luce è una costante dell’universo, anche se Nadia Toffa dopo una serata in discoteca crede di essere Enzo Biagi; la fissione nucleare non c’entra assolutamente niente con lo studio dei neutrini, anche se Beppe Grillo si fa scoppiare la testa a forza di sparare stronzate sul suo blog.
La scienza non è politica, non è democrazia, per fortuna. La scienza è un percorso rigoroso con il quale l’essere umano ha potuto scendere dagli alberi ed arrivare ad esplorare l’infinitamente grande che c’è attorno a noi e l’infinitamente piccolo di che compone ogni cosa.
Se non fosse per persone geniali come quelli che conducono gli studi dell’INFN e per tutti quegli scienziati che hanno sfidato tutto per regalare all’umanità la conoscenza, noi staremmo ancora nelle caverne a credere che le stelle siano altro spiriti magici ed i fulmini un rutto di qualche dio.

Questo articolo è una semplice raccolta di risposte che prontamente l’ambiente scientifico, sollecitato dal rischio incalcolabile che un gioiello come i laboratori dell’INFN del Gran Sasso possa venire bloccato da quattro imbecilli, ha prodotto nella speranza che, almeno una volta, prevalga l’intelligenza umana sulla barbarie e sull’ignoranza.

La verità sul Gran Sasso non è quella detta dalle IENE (Close-up Engineering) ;

Perché l’esperimento Sox del Gran Sasso è diverso da una centrale nucleare (e molto meno pericoloso) (Wired) ;

Ecco la risposta dei Laboratori nazionali del Gran Sasso alle Iene (il Foglio) ;

Il caso Gran Sasso e “Le Iene”, spiegato (il Post) ;

Perché non esiste nessun “caso Gran Sasso” (Focus) ;

La prossima “battaglia” del Movimento quale sarà ? Dimostrare che la Terra è piatta ?
(sono certo sarebbero pronti ad appoggiare anche questo)

SOLO LA CONOSCENZA PUO’ FERMARE QUESTO CATACLISMA POLITICO E SOCIALE.

 

 

Fake News ? Nooo, ma dai !

Non so se fa più ridere o più venire voglia di urlare, questa storia dell’inchiesta di Buzzfeed e del New York Times sulle “fake news” e sul loro legame con partiti di strilloni come la Lega ed il Movimento 5 Stelle.
Fa ridere perchè scopriamo l’acqua calda; fa incazzare perchè la cosa era evidente da anni a chiunque conservasse un briciolo di obiettività e di senso critico nella scatola cranica.

Continua a leggere “Fake News ? Nooo, ma dai !”

Il muro di gomma al contrario

Le discussioni con un mio grande amico sono sempre grande fonte d’ispirazione per me, e di questo sicuramente lo ringrazio, anche perchè il mio interesse sui comportamenti umani nell’era dei social network e sul vario (incredibilmente vario) mondo dei complottismi da quattro soldi mi ha portato negli anni a farmi un’autentica cultura a proposito degli avvenimenti storici o degli argomenti sui quali si scatenano i sempre più numerosi tuttologi internettiani, ai quali ami abboccano chissà quante decine di migliaia di boccaloni sempre pronti a spengere il proprio cervello e lasciare ad altri il compito di pensare per loro.

Continua a leggere “Il muro di gomma al contrario”

Anche io voglio proporre qualche referendum a cazzo

La strategia di provare a commentare le idiozie che leggo sui giornali in maniera razionale affinchè non dico tutti, ma almeno uno dei boccaloni che ci crede possa rendersi che siano cazzate, è una strategia fallimentare.

Quindi voglio anche io cavalcare l’onda di questa fantastica “democrazia diretta” che molti invocano e proporre qualche referendum:

Continua a leggere “Anche io voglio proporre qualche referendum a cazzo”

Nostalgia dell’età della pietra ? Io no.

Provo a immaginare un mondo e una società come la vorrebbero tutti quelli che, pur senza averne la minima competenza, si arrogano il diritto di opporsi al progresso tecnologico e scientifico che da circa duemila anni è il motivo per cui abbiamo smesso di vivere nelle caverne e siamo arrivati in cima alla catena evolutiva del nostro scoglietto galattico chiamato Terra. Lo spunto mi è venuto dall’ennesima ridicola protesta che infuria in questi giorni nel nostro paese: non solo No-Tav, adesso c’è anche il No-Triv ! Tutto si somma al no al nucleare, no agli OGM, no, no, no, no, no. Ditelo che volete tornare all’età della pietra ! Continua a leggere “Nostalgia dell’età della pietra ? Io no.”

la storia di Andrew Wakefield – La pericolosità della disinformazione

Questo articolo parte da una considerazione di base logica:

1 – una persona pubblica un articolo ed io lo leggo (“io” non ho competenze in quella materia);

2 – mi convinco che quello che dice l’articolo è la verità;

3 – si scopre che quell’articolo era stato falsificato perchè non c’erano prove scientifiche a sostenerlo;

4 – “io” capisco che chi l’ha scritto è una persona disonesta, e che evidentemente quello che sosteneva il suo articolo era falso;

5 – capitolo chiuso: quella tesi è stata smentita (anche per ammissione dell’autore stesso);

6 – se negli anni a venire sento qualcuno che ripropone quella tesi, “io” so già che è un falso e non lo sto neanche a sentire.

Mi sembra che il percorso logico sia ineccepibile. Eccovi quindi, per chi non la conosce (e suggerisco a tutti di conoscerla) la storia di Andrew Wakefield. Poi ditemi se per caso vi sembra che al giorno d’oggi siamo arrivati al mio punto “6”.

Continua a leggere “la storia di Andrew Wakefield – La pericolosità della disinformazione”

Bufale artificiali e imbecilli naturali

Ho scovato questa pagina di qualche anno fa. E’ veramente interessante, ed è una delle tante dimostrazioni di quanto la gente sia credulona, ma soprattutto di quanto quelli che si autodefiniscono “divulgatori di verità” siano inevitabilmente superficiali, ignoranti e come questo caso dimostra, profondamente imbecilli !

Questo qui è l’articolo in questione. Non c’è bisogno di commenti, spiega tutto.

Il “giornalismo” delle libertà (facciamo un po’ come cazzo ci pare)

Il sito Piovegovernoladro (da cui è nato il blog “dimissioni e tutti a casa”, che spopola su facebook) è una fonte straordinaria di esempi di disinformazione. Questo che ho trovato scorrendo gli articoli del sito è fantastico:

TITOLO: ” la maggioranza dei cittadini serbi non vuole più l’ingresso nell’unione europea “;

E qui ho pensato…ci vorrà molto lavoro per indagare su questa cosa…solo che poi sono andato avanti nell’articolo…

” il 42% dei cittadini in Serbia è favorevole all’ingresso nell’Unione Europea, mentre dieci anni fa era il 75 %…
…la ricerca mostra come il 36% degli intervistati sia contro un ingresso in UE, mentre il 22% ha risposto di non avere un’opinione in merito…”

No aspetta DEVO aver capito male !

LA MAGGIORANZA DEI CITTADINI SERBI NON VUOLE PIU’ L’INGRESSO NELL’UNIONE EUROPEA…e poi l’articolo stesso parla del 42% a favore e del 36% contro !

La matematica è proprio un’opinione.

Abboccate, abboccate all’amo…

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑